Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.anpisezionecomo.net/home/plugins/content/itpsocialbuttons/itpsocialbuttons.php on line 43

Como, 23 gennaio: gli zingari e la soluzione finale

Il 27 gennaio è il giorno in cui con legge della Repubblica italiana si ricorda e si rinnova ufficialmente la Memoria dell'Olocausto del popolo ebraico.
Tuttavia non furono solo gli ebrei a subire la follia nazifascista, ma anche oppositori politici e religiosi, Rom e Sinti, omosessuali, prostitute e disabili.
Per completare quindi la prospettiva sul progetto di sterminio dei regimi nazifascisti, ANPI Comitato provinciale di Como e Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como dedicano quest’anno un approfondimento, in preparazione del giorno della memoria, sulla persecuzione di Rom e Sinti.

Vi invitiamo quindi a partecipare SABATO 23 GENNAIO dalle ore 15.00 alle 17.00 presso la BIBLIOTECA COMUNALE (piazzeta Venosto Lucati a Como). Interverrano:

Giorgio Bezzecchi
figlio di sopravvissuti alla persecuzione nazifascista, Consulente del Consiglio d' Europa - programma ROMACT

Maurizio Pagani
presidente Opera Nomadi

Verranno inoltre proiettati documenti video.
La presentazione completa dell'iniziativa potete trovarla qui.

L'Anpi sezione di Como sarà presente con il proprio spazio informativo, ricco di libri, materiale di approfondimento e gadegt.
Sarà anche l'occasione per rinnovare la tessera all'Anpi per l'anno 2016.

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"
www.anpisezionecomo.net

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

La scomparsa della partigiana Rosalinda Zariati

Ci ha lasciati la partigiana Rosalinda Zariati. Staffetta partigiana durante la guerra di Liberazione, negli ultimi anni era ospitata presso la Cà d'industria, dove le facevamo visita per portarle la tessera onoraria.
La nostra sezione esprime con affetto sincero il proprio cordoglio alla famiglia per questa grave perdita.
Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

23 dicembre 1944 - 23 dicembre 2015 anniversario dell'uccisione del partigiano Enrico Caronti da parte delle Brigate nere

L'Anpi sezione di Como "Perugino Perugini" ti invita a partecipare alla commemorazione che si terrà mercoledì 23 dicembre alle ore 14.30 presso il monumento in sua memoria a Blevio (via Enrico Caronti).

BIOGRAFIA
Enrico Caronti
nasce a Blevio il 28 aprile del 1901 e muore a Menaggio il 23 dicembre 1944. Segretario della Federazione Giovanile Socialista, nel 1921 si iscrisse al PCdI. Durante il regime subì diverse volte l'arresto preventivo per le sue idee antifasciste, ma non cessò mai l'attività politica clandestina. Dopo l'armistizio del 1943 fu tra i primi ad organizzare la Resistenza nel Comasco.
Fu tra promotori degli scioperi del marzo 1944, in seguito ai quali, per evitare l'arresto e la deportazione, dovette  abbandonare la famiglia per  unirsi alle formazioni partigiane dell'Alto Lario.
Con il nome di battaglia "Romolo" divenne commissario politico della 52 Brigata "L.Clerici" e, nell'ottobre successivo, ne assunse il comando.
La notte del 21 dicembre 1944, nel corso di un rastrellamento, fu sorpreso e catturato con altri due partigiani dalle milizie delle Brigate Nere di Menaggio e orrendamente torturato.
Venne infine fucilato, con una scarica di mitra, la notte del 23 dicembre 1944.

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

19 dicembre: giornata tesseramento 2016

Non c'è futuro senza memoria.
Senza antifascismo non c'è democrazia.
Per questo mi iscrivo all'Anpi!

Care/i amiche/i e compagne/i,
la sezione Anpi di Como "Perugino Perugini" organizza per il prossimo sabato 19 dicembre la giornata di apertura del tesseramento per l'anno 2016.

Dalle ore 14.30 alle 18.00, presso il salone Bertolio (al piano primo, sopra il bar-ristorante) in  via Lissi 8 a Como-Rebbio, sarà possibile rinnovare la tessera, iscriversi alla sezione e trovare un momento di contatto e discussione tra iscritte/i e cittadine/i, anche su temi importanti quali l’attuale ruolo dell’ANPI, la sua utilità sociale e politica per la difesa dei valori costituzionali concretamente minacciati da riforme e controriforme, sul significato delle crescenti e pericolose manifestazioni neofasciste e razziste e sulla necessità tangibile di rendere più antifascista e democratico questo nostro Paese e Stato, troppo “distratto” ed indifferente anche a tematiche di grande rilievo politico e sociale.

Sarà inoltre allestito un gustoso rinfresco, sarà presente il nostro spazio informativo con materiale tematico, libri, gadget, magliette e saranno proiettate le immagini delle attività e iniziative messe in campo nel 2015 dalla nostra sezione.

Vi diamo ora alcuni dati sul tesseramento dell’anno 2015 che si conclude per la nostra sezione con 271 iscritte/i, confermando così l'aumento positivo già riscontrato negli anni precedenti e con ben 54  nuove/i iscritte/i. Al raggiungimento di questo importante risultato ha contribuito sia l'essenziale impegno dimostrato dai tanti nostri militanti che si sono adoperati per avvicinare le/i cittadine/i all'Anpi, sia le iniziative organizzate durante tutto l'arco dell'anno.

Siamo convinti che il tesseramento non sia l'unico obbiettivo e che vada di pari passo con la costruzione di qualificate iniziative politiche, storiche e culturali.
La nostra Sezione cercherà anche nel corso del prossimo anno di perseguire la piena collaborazione con tutti i soggetti democratici e antifascisti presenti sul territorio cittadino, ricercando la condivisione di valori comuni, nella direzione della difesa della Costituzione repubblicana, della piena valorizzazione della Memoria e della Resistenza e nella diffusione della cultura antifascista, soprattutto tra le giovani generazioni.

Vi aspettiamo!

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

12 dicembre, Olgiate C.sco, presentazione libro Ernesto Maltecca

Care/i amiche/i e compagne/i,
invitiamo a partecipare a questa importante iniziativa:

12 dicembre/ La vita di Ernesto Maltecca in un libro
Sabato 12 dicembre alle 17.30 al Cento Medioevo di Olgiate Comasco, sarà presentato il libro La vita vissuta [2015, 120 p., ed. NodoLibri, 12 euro], l’autobiografia del patriota Ernesto Maltecca (classe 1923), scritto con la collaborazione della figlia Franca.
Ernesto Maltecca nel 1944 deve nascondersi per non essere arruolato nell’esercito della Repubblica Sociale fascista. “Gh’era nient de fa” e allora si mette a scrivere la storia dei suoi primi venti anni di vita, spontaneamente, senza progetto. Non aveva mai scritto prima di allora. Non aveva mai letto un diario ma gli piacevano le opere, le ascoltava alla radio, le canticchiava, forse questo gli è servito. Scrive in terza persona, nell’italiano che gli consente la sua istruzione di allora. Passano più di sessanta anni di vita, di lavoro, di militanza senza scrivere altro. Poi decide di completare il racconto della sua vita, aiutato dalla figlia Franca.
Parteciperanno all’incontro, oltre all’autore, Maria Rita Livio, sindaca di Olgiate Comasco e presidente della Provincia di Como, Alessandro Tarpini, segretario generale Camera territoriale del lavoro di Como, e Beppe Calzati, presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como. Il libro è stato edito infatti per iniziativa dell’Istituto di Storia Contemporanea, con il sostegno della Camera territoriale del Lavoro di Como e del Sindacato Pensionati Italiani di Como, con il patrocinio del Comune di Olgiate Comasco. [fonte: ecoinformazioni]

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

La scomparsa della compagna Giordana Meregalli Perugini

Ci ha lasciati sabato 28 novembre 2015 la compagna Giordana Meregalli, moglie dello storico segretario dell'ANPI provinciale di Como Perugino Perugini, a cui è intitolata la nostra sezione. Comunista, da sempre impegnata nella difesa dei valori antifascisti e democratici.
La nostra sezione esprime con affetto sincero il proprio cordoglio alla figlia Laura e famiglia per questa grave perdita.
La commemorazione ufficiale avrà luogo lunedì 7 dicembre alle ore 14:45 presso la Sala del crematorio presso il cimitero monumentale di Como. Seguirà alle ore 15.30 la cremazione.
Invitiamo tutte e tutti ad essere presenti.

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Lettera al quotidiano La Provincia di Como

Pubblichiamo la lettera inviata al quotidiano La Provincia di Como dal nostro iscritto e vice presidente Nedo Walter Nenci:

A  “La Provincia”
Ieri hanno presentato il libro del giornalista Guin  “Eravamo in Bianco e Nero”.  Si tratta di immagini fotografiche raccolte da Enzo  Pifferi.  L’iniziativa vede l’appoggio de  La Provincia e sarà nelle edicole a partire da sabato prossimo.
Certamente un emotivo concetto di rivisitazione degli anni 20/30/40 quando si fotografava in bianco e nero.  
Quest’ultimo volume, però, prende in considerazione le immagini del famigerato periodo durante il quale la dittatura fascista aveva tolto agli italiani ogni possibilità di espressione e di giudizio, se non “carbonaro”, e la prepotenza, sia dei  gerarchi  che dei “caporali”, infieriva anche fisicamente.
Un gioco serale su RAI 1,  “La Ghigliottina”, nel presentare i concorrenti chiede agli accompagnatori  di esprimere un giudizio sugli stessi anche di tipo negativo!  Andava preso spunto per fare altrettanto.  Dopo la pacata e intelligente introduzione del Direttore Minonzio che assicurava “non esservi alcun riferimento di gradimento al tema in atto, ne nostalgie alcuna”, è intervenuto il sig. Pifferi per raccontare una sua banale ricerca di “donna Rachele” effettuata a Predappio. Se anziché citare l’ampolloso appellativo avesse chiesto della “pluricornuta moglie dell’ex dittatore” avrebbe trovato miglior accoglienza. E’ poi intervenuto il giornalista Fernando Mezzetti che ha inanellato pregi e meriti del tenebroso ventennio.  Inascoltabile!
Alla edulcorata presentazione di ieri sera non un cenno ai misfatti fascisti.  Solo “Balilla festosi”, riunioni atletiche, parate di gerarchi.  Considerazioni sul dittatore quale bravo giornalista e meriti vari quali la realizzazione dei pochi chilometri di autostrada Milano Como…Nessun riferimento alle leggi raziali, ai soprusi verso chi non voleva essere fascista, ai misfatti nelle terre colonizzate e subito perse, all’uccisione Di Matteotti, di Gramsci,  dei fratelli Rosselli, alla complicità nell’ organizzare col nazismo l’olocausto, ai milioni di morti provocati da guerre di aggressione sbagliate, alle violenze della Muti e delle Bande  Nere.
Sabato comprerò il libro e spero di vedere fotografato al suo interno qualche cenno a quanto sopra, altrimenti lo riterremo un ulteriore tentativo revisionista di propaganda fascista condannato espressamente dalla nostra Costituzione.   
Nedo Walter Nenci

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

8 dicembre:"If I only were that warrior" allo Spazio Gloria

Siamo lieti di invitarti a partecipare (e a diffondere l'invito) alla seguente iniziativa che abbiamo organizzato unitamente all'Arci Xanadù e ad Awen Film:

MARTEDI' 8 DICEMBRE ore 21 - Como, Spazio Gloria, via Varesina 72
Anpi sezione di Como "Perugino Perugini", Circolo Arci Xanadù e Awen Film
PROIEZIONE di IF ONLY I WARE THAT WARRIOR
parteciperanno alla serata
il regista Valerio Ciriaci,
il produttore Isaak Liptzin,
lo storico comasco MATTEO DOMINIONI

Ingresso libero

Dopo la recente costruzione di un monumento dedicato al generale fascista Rodolfo Graziani, il film affronta i crimini di guerra impuniti del generale e gli altri commessi in nome delle ambizioni imperiali di Mussolini. Il regista segue le storie di tre personaggi percorrendo Etiopia, Italia e Stati Uniti. Un viaggio attraverso i ricordi di vita ed i resti tangibili dell'occupazione italiana dell'Etiopia, che attraversa le generazioni e continenti di oggi dove questa eredità, spesso trascurata, lega ancora il destino di due nazioni e i loro popoli.
Il film-ducomentario sarà presentato in anteprima mondiale al 56esimo Festival dei Popoli di Firenze il 28 novembre p.v.
www.ifonlyiwerethatwarrior.com

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

29/11/2015: l'Anpi in piazza a Como

Siamo eredi di un patrimonio immenso fatto di sogni,  pensieri, speranze e progetti dei combattenti per la libertà. Questo ci impegna ad essere noi stessi, noi Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, tenendo ferma la nostra autonomia e la nostra indipendenza.

I tempi non sono facili, ma resta l'imperativo categorico volto a far sì che l'ANPI svolga il ruolo che le è stato assegnato dalla storia, consapevoli e orgogliosi di ricordare sempre da dove veniamo, chi siamo e dove abbiamo il dovere di andare. Vogliamo guardare all'Italia, non dall'alto di una nobiltà, ma con la coscienza critica di chi vuole e pretende che i valori per cui lottarono i Partigiani e che sono scritti nella Costituzione vengano rispettati e resi sempre più concreti e tangibili.

Alle donne e agli uomini, ai giovani, alle anziane e agli anziani che vorranno incontrarci e conoscerci diciamo con forza e la passione di sempre che l'ANPI esiste ed esisterà per promuovere e difendere la democrazia, per praticare l'antifascismo, per ottenere libertà, eguaglianza e dignità, nel nome della fratellanza, della solidarietà e della pace. Questi sono i lasciti della Resistenza, questo deve essere il collante fondamentale e l'orizzonte di azione e vita di tutti i sinceri democratici.

Nell'ambito della giornata nazionale del tesseramento, l'Anpi sezione di Como "Perugino Perugini" ti invita a partecipare e a far partecipare:

[ DOMENICA 29 NOVEMBRE 2015 ]
[ dalle ore 10 alle 16 in via Boldoni a Como ]
[ Gazebo con libri, gadget, magliette, materiale informativo e le nuove tessere per il 2016!!! ]

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"
www.anpisezionecomo.net

*in caso di maltempo l'iniziativa verrà rinviata. Seguirà eventuale comunicazione.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Si è spento il partigiano Luigi Cambiaghi, nome di battaglia Zaccaria

Nato a Lambrate nel 1926, successivamente sfollato con la famiglia a Cernusco sul Naviglio, lavorava come operaio metalmeccanico presso la ditta Laros di Milano. Figlio di antifascisti, il 16 giugno del 1944, a soli diciotto anni, si unisce alla Resistenza, raggiungendo il battaglione Puecher in Berlinghera, zona Alto Lario.
Per dieci mesi il giovanissimo Zaccaria rimane nascosto sulle montagne, partecipa a numerose azioni, sfugge ai rastrellamenti, assiste alla cattura e alla morte di tanti compagni e dei comandanti Luigi Clerici, Alfonso Lissi e Enrico Caronti. Fa una vita dura, soffre la fame, la fatica ed il freddo e dorme all'aperto anche in inverno, perché i comandanti non volevano che si mettesse a repentaglio la sicurezza dei montanari dormendo nelle loro stalle ( in compenso, dice lui," ho visto tante, tantissime aurore, tutte bellissime").
Sceso a Dongo il mattino del 27 aprile 1945, viene informato della cattura di “gerarchi fascisti” sulla strada del lago e corre ad avvertire i suoi superiori.
E' tra coloro che catturano Mussolini ed è ripreso anche da un filmato mentre, sulla piazza di Dongo, scorta i gerarchi.
La Sezione Anpi "Perugino Perugini" di Como, addolorata per la scomparsa dell' amico Zaccaria, esprime le sue più sentite condoglianze alla famiglia Cambiaghi.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Informazioni aggiuntive