Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.anpisezionecomo.net/home/plugins/content/itpsocialbuttons/itpsocialbuttons.php on line 43

17/11/2018, l'Anpi in piazza a Como per il tesseramento

SABATO 17 NOVEMBRE 2018
COMO, PIAZZA VITTORIA
DALLE ORE 10 ALLE 16
GIORNATA DEL TESSERAMENTO 2019
saremo presenti con il nostro gazebo informativo

“Vi aspettiamo numerosi, cari antifascisti. È ora di prendere parte contro chi minaccia e vorrebbe stravolgere la convivenza civile e i valori e principi della Costituzione” 
Carla Nespolo – Presidente nazionale ANPI

P.S.in caso di pioggia l'iniziativa in piazza verrà annullata e sarà aperta la nostra sede in via Lissi 6 a Rebbio-Como dalle ore 14.00 alle 17.00

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

13 novembre 2018, Spazio Gloria a Como: presentazione del libro "L'Assassinio di Fausto e Iaio"

Anpi Sez. di Como “Perugino Perugini”, Arci Como, Circolo Arci Xanadù, Cgil Como Camera del Lavoro Territoriale, Como senza frontiere, Ecoinformazioni, Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta”, Associazione Italia Cuba circolo di Como e Osservatorio Democratico Sulle Nuove Destre di Como e Provincia organizzano la presentazione del libro:
"L’ASSASSINIO DI FAUSTO E IAIO. Quel maledetto 18 marzo 1978, ore 19:57."

Interverranno gli autori SAVERIO FERRARI (storico) e LUIGI MARIANI (avvocato).
La serata sarà moderata da BEPPE CALZATI dell’Istituto di Storia contemporanea “ PIER AMATO PERRETTA”

Appuntamento MARTEDI' 13 NOVEMBRE ore 21 allo SPAZIO GLORIA di via Varesina 72 a Como.
Ingresso libero

PREMESSA:
A quarant'anni dal duplice omicidio di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci ("Iaio"), avvenuto il 18 marzo 1978 a Milano, era doveroso tornare a rimettere insieme le fila di questa vicenda. Il nostro lavoro, a differenza di altri, cui va il merito di aver raccontato ben prima di noi questa tragica vicenda, anche ricostruendo la breve vita di questi due ragazzi barbaramente assassinati, e che opportunamente segnaliamo nella bibliografia, vuole limitarsi a ripercorrere i fatti, esaminando gli atti giudiziari, con l'intento di collocarli nel contesto politico, con particolare attenzione alle dinamiche dei gruppi armati neofascisti dell'epoca, avanzando ipotesi e chiavi di lettura. 

Il caso di Fausto e Iaio, nonostante le indagini svolte nell'arco temporale di oltre un ventennio, nell'alternanza di otto magistrati, non ha avuto la necessaria e doverosa fase di verifica dibattimentale che avrebbe consentito di chiarire le ombre che ancora incombono su questo delitto.
Eppure l'ambiente in cui maturò il delitto, così come le ragioni per cui fu commesso, a soli due giorni dal rapimento dell'On. Aldo Moro, non appartengono - come cercheremo di dimostrare - al campo nebuloso dei misteri.
Gli stessi nomi degli presunti esecutori sono stati più volte fatti da esponenti di primo piano dell'estrema destra nel corso di numerosi interrogatori. Riteniamo sia questa l'unica vera pista da seguire, ancora oggi, quella del delitto politico, con buona pace di altre prospettazioni.
Ipotesi a volte davvero cervellotiche, dimostratesi, senza alcun fondamento.
Con la speranza che possa essere utile all'accertamento della verità.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Torna a casa Pesov/26 ottobre allo Spazio Gloria

Care/i amiche/i e compagne/i,
vi invitiamo a partecipare alla seguente iniziativa:

TORNA A CASA PESOV
Lo spettacolo, il cui obbiettivo è di ridere ma anche far riflettere, vuole mostrare il lato peggiore dei social: non solo le uscite bizzarre della classe politica attualmente al governo dell’Italia, ma anche della loro fanbase.
Sì, fanbase e non elettori, proprio perché politicamente parlando, attualmente ci troviamo nel periodo più social da quando i social hanno invaso le nostre vite.
Un viaggio quindi con le irridenti e dissacranti vignette disegnate da Boban Pesov, con uno sguardo attento e critico al mondo dei social network attraverso la lettura e analisi dei commenti lasciati sotto i post degli idoli politici e dei casi umani pescati in giro per la rete.

Vi aspettiamo venerdì 26 ottobre alle ore 21 presso lo Spazio Gloria di via Varesina 72 a Como.
L’ingresso è libero.

Promotori:

A.N.P.I. SEZIONE DI COMO “PERUGINO PERUGINI”
ARCI COMO
ARCI XANADU’
ASSOCIAZIONE NAZIONALE ITALIA-CUBA CIRCOLO DI COMO
CGIL COMO
COMO SENZA FRONTIERE
ECOINFORMAZIONI
ISTITUTO DI STORIA CONTEMPORANEA P.A. PERRETTA
OSSERVATORIO DEMOCRATICO SULLE NUOVE DESTRE DI COMO E PROVINCIA

BOBAN PESOV
Macedone di nascita, Italiano d’adozione, artista per passione.
Alla base una formazione artistica e una laurea in Architettura, oggi disegno e satira sono il suo pane quotidiano. Dal 2013 YouTube è diventato il suo trampolino di lancio che l’ha fatto conoscere al grande pubblico. Con il suo stile tagliente e dissacrante dal tono naif ha accumulato milioni di visualizzazioni con i suoi video.
Apprezzato sul web per le sue vignette e in particolare per i suoi “Disastri d’Arte” in cui sperimenta nuove e strampalate tecniche artistiche giocando con personaggi della cultura pop; format che ha portato anche ad eventi in giro per l’Italia, facendolo uscire dall’ambito del video web.
A fine 2016 intraprende la sua esperienza editoriale con Magic Press Edizioni. Con essa farà uscire diverse opere fumettistiche, tra le quali la dissacrante trilogia di NaziVeganHeidi realizzata assieme all'autore di Jenus, Don Alemanno.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

15/16 settembre: ci trovate all'Isola che c'è a Villa Guardia (CO)

Care/i amiche/i e compagne/i,
vi ricordiamo che questo fine settimana saremo presenti con il nostro stand informativo presso la Fiera provinciale delle relazioni e delle economie solidali "L’isola che c’è" (leggi il programma), sabato 15 e domenica 16 settembre 2018 a Villa Guardia, presso il parco comunale.
Ci troverete nell'area tematica denominata "piazza della Cultura" (spazio antistante lo stabile ex Asl, area superiore del parco, ingresso da via Sant'Elia).
Vi aspettiamo al nostro gazebo ricco di libri tematici, materiale informativo, gadget e magliette. 
Per chi non l'avesse ancora fatto, si potrà anche iscriversi oppure rinnovare l'iscrizione all'ANPI!

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"
www.anpisezionecomo.net

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Nessuno è straniero/Bulgarograsso, 28 giugno 2018

NESSUNO E' STRANIERO
incontro-dibattito sulle discriminazioni e sui razzismi

GIOVEDI 28 GIUGNO – ORE 21
Salone Oratorio - Bulgarograsso

interverranno
Celeste Grossi
Como Senza Frontiere - Arci provinciale di Como
Aurora Longo
Avvocato - Consigliere comunale di Cermenate

modera
Ferruccio Cotta
Lista Civica Bulgaro Anch’io

Intervento Anpi sezione di Como e Arci circolo di Bulgarograsso

Manifestazione di solidarietà e di sensibilità per garantire a tutte/i forme civili di accoglienza e contro il disprezzo e l'emarginazione. 
I cittadini, le associazioni e i consiglieri comunali neo-eletti sono invitati all'iniziativa per testimoniare che le diversità culturali ed etniche, sono una ricchezza per il territorio e non un motivo di conflitto. 
L'alternativa alla discriminazione e al razzismo, è costruire un paese solidale, dove vi sia per tutti l'occasione di inserirsi nella comunità. Questa è la ricetta per scacciare crisi e paura in chi, stando seduto sulla poltrona, continua a sua insaputa, ad alimentare una guerra tra poveri!

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

22 giugno/ Presentazione di “Nazitalia. Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista


Il 4 marzo ha vinto un centrodestra a guida leghista, grazie anche ai voti neofascisti. In questo libro, che corona quindici anni di inchieste, forte dei retroscena inediti sulla svolta a destra della Lega e dei racconti di un esponente di Forza Nuova, Berizzi fotografa in maniera vivida un Paese che si è riscoperto fascista, o forse sotto sotto non ha mai smesso di esserlo.

Nel 2017 Paolo Berizzi, con i suoi scoop su «la Repubblica», ci ha raccontato la nuova marcia su Roma di Forza Nuova, il lido «mussoliniano» di Chioggia, il blitz del Veneto Fronte Skinheads a Como senza frontiere. Fino alla tentata strage di Macerata nel febbraio 2018. Episodi sintomo di un’escalation fascioleghista e xenofoba allarmante, di fronte alla quale l’Italia si divide fra chi minimizza o dà la colpa all’«immigrazione fuori controllo», come il leghista Salvini, e chi assicura che «il fascismo in Italia è morto per sempre».

Non è così. In questo libro, che corona quindici anni di inchieste, forte dei retroscena inediti sulla svolta a destra della Lega e dei racconti di un esponente di Forza Nuova, Berizzi fotografa in maniera vivida un Paese che si è riscoperto fascista, o forse sotto sotto non ha mai smesso di esserlo. Un Paese in cui i media e i partiti, sia di destra che di sinistra, sono sempre timidi a parlare di fascismo e a stigmatizzare certe derive. È uno sdoganamento in corso da anni, colpa anche dell’inedia di istituzioni e organi dello Stato. E che continuerà sotto le nuove forme del populismo sovranista, mentre partiti come CasaPound e Forza Nuova puntano a sostituirsi allo Stato e a radicarsi sul territorio offrendo assistenzialismo di strada e sicurezza fai da te.

Oggi più che mai, quindi, mentre i fascisti del terzo millennio agiscono nelle piazze e nel web, con la violenza e la beneficenza, bisogna far nostro il monito che Umberto Eco lanciava sul «fascismo eterno», capace di riproporsi sempre sotto forme liquide e larvate: «il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle sue forme, ogni giorno, in ogni parte del mondo».

È questo lo spirito appassionato del viaggio di Berizzi.

APPUNTAMENTO VENERDI' 22 GIUGNO ORE 21
COMO, SPAZIO GLORIA, via Varesina 72
presentazione del libro NAZITALIA (Baldini&Castoldi 2018)
Dialogheranno con l’autore Ecclesio Galletti, Fabio Cani, Giacomo Licata, Alessia Loi.
Intervento musicale di Mauro Settegrani

Iniziativa organizzata da Anpi sezione di Como, Arci, Cgil e Como senza frontiere.

Hanno già aderito: Anpi provinciale, Istituto di storia contemporanea Perretta, Legambiente Como, Partito democratico Como, Rifondazione comunista, Potere al popolo, L’altra Europa, Sinistra italiana – Leu, Giovani democratici, Giovani comunisti, La prossima Como, Osservatorio democratico sulle nuove destre di Como e provincia.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

25 aprile 2018: destinazione Costituzione. Antifascismo, pace, uguaglianza

PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE DELL'ANPI SEZIONE DI COMO "PERUGINO PERUGINI"

24 APRILE
ore 15.00 celebrazione dei partigiani che riposano al Cimitero di Albate-Como (via Caduti albatesi)
a seguire PORTA UN FIORE AL PARTIGIANO deposizione di un omaggio floreale sulle lapidi che ricordano i caduti partigiani in città a Como

25 APRILE 
ore 8.45 celebrazione dei partigiani Giuseppe Frangi Lino e Giovanni Negrini, cimitero di Villa Guardia, frazione di Maccio
ore 9.45 celebrazione del partigiano Alfonso Lissi, cimitero del quartiere di Rebbio a Como, intervento rappresentante Associazione Alfonso Lissi
ore 11.00 celebrazione ufficiale, Monumento alla Resistenza Europea, Giardini a lago, Como. Saremo presenti con uno spazio informativo e stand con libri, magliette, bandiere e spillette.
ore 21.00 proiezione del docufilm LIBERE di Rossella Schillaci, Spazio Gloria di Arci Xanadù, via Varesina 72 Como. 
La ricerca e il recupero delle testimonianze filmate e delle altre immagini danno vita ad un racconto sulle donne partigiane. Serata presentata da Fabio Cani (Istituto di storia contemporanea P.A. Perretta) e introdotta da Roberta Cairoli (Studiosa e ricercatrice storica). INGRESSO LIBERO

DOCUFILM "LIBERE"

«Il film è stato realizzato montando immagini e audio originali d'archivio, che provengono soprattutto dall'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, che è anche produttore del film: protagoniste sono le interviste alle donne Partigiane, tra cui spiccano alcuni nomi importanti come Joyce Lussu, Ada Gobetti, Bianca Guidetti Serra e Giuliana Gadola Beltrami. Le voci delle "donne resistenti" raccontano se stesse e la lotta, facendo emergere spaccati in cui la libertà e l'autonomia femminile rappresentano una novità fondamentale per le loro vite e per l'intero movimento antifascista.
La ricerca e il recupero delle testimonianze filmate e delle altre immagini (sequenze di film amatoriali, cinegiornali, volantini, veline, foglietti scritti a matita, documenti personali), hanno dato vita ad un racconto che, spiega la regista Rossella Schillaci: «corrisponde al primo momento di risveglio del movimento femminile in Italia. Come disse Giuliana Gadola Beltrami - continua Schillaci - il femminismo è nato nella Resistenza e questo film in qualche modo racconta una Resistenza parallela.»

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

28 aprile, manifestazione antifascista a Dongo

DONGO, SABATO 28 APRILE 2018

MANIFESTAZIONE: 
ANTIFASCISMO SUL LARIO
piazza Giulio Paracchini ore 10.00, Dongo

saluto di benvenuto dell’A.N.P.I.
a seguire interventi di 
Mauro Robba sindaco di Dongo 
Maurizio Varona sindaco di Sant’Anna di Stazzema 
Maria Cleofe Filippi presidente Associazione nazionale ‘Paesaggi della Memoria’  
Bruno Corda  Prefetto di Como 
conclude
Carla Nespolo presidente nazionale A.N.P.I.

CONVEGNO “RICORDARE LA RESISTENZA
visione multimediale ‘paesaggi della memoria’
cinema Magnolia ore 14.00, Dongo


coordina

Paolo Pezzino Università di Pisa
interventi di  
Luigi Canapini Università di Bologna
Mirco Carrettieri Museo della Repubblica di Montefiorino e della Resistenza italiana
Valter Merazzi direttore Centro Studi “Schiavi di Hitler”
Tino Rovatti Università di Bologna 
conclude 
Carla Nespolo presidente nazionale A.N.P.I.

L’A.N.P.I. SEZIONE DI COMO “PERUGINO PERUGINI” 
ORGANIZZA UN PULLMAN GRATUITO  PER RAGGIUNGERE LA MANIFESTAZIONE:
partenza ore 8.00 dal parcheggio del cimitero di Rebbio-Como (vie Ennodio)
fermata ore 8.15 in viale Innocenzo a Como davanti Hotel Continental
fermata ore 8.30  Tavernola nei pressi del pontile Navigazione (all’altezza del semaforo)
pranzo libero
rientro nel tardo pomeriggio al termine della manifestazione

PRENOTAZIONI SCRIVENDO A: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

17/02/2018: commemorazione partigiano Perugino Perugini

Care/i amiche/i e compagne/i,
con l’avvicinarsi dell’anniversario della sua scomparsa (15 febbraio 2009) con la presente vi invitiamo a partecipare sabato 17 febbraio 2018 ore 14.30 alla commemorazione del compagno partigiano Perugino Perugini, presso il Cimitero del quartiere di Albate (via Caduti albatesi, Como).  
Sarà l'occasione per ricordare la sua figura ed il suo instancabile impegno nell’attività politica e associativa di Como.

Avremo modo inoltre di celebrare tutte le partigiane ed i partigiani caduti per la libertà e di attualizzare ai giorni nostri gli ideali e i principi percui combatterono durante la Resistenza.

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Giusto manifestare a Macerata: la Segreteria nazionale ANPI ci ripensi

Apprendiamo con incredulità la decisione della Segreteria nazionale dell’ANPI di sospendere la partecipazione alla manifestazione nazionale antifascista prevista sabato 10 febbraio a Macerata.

Riteniamo grave ed incomprensibile questa scelta, che ufficialmente è stata presa per assecondare la richiesta del Sindaco di Macerata di sospendere le manifestazioni “per il clima di smarrimento, paura e dolore vissuto dalla comunità locale”.

Crediamo che l’autonomia della nostra Associazione vada sempre tutelata senza alcun timore e che oggi più che mai vada riaffermato pubblicamente e senza alcuna indecisione che l’Italia è antifascista e antirazzista.

Siamo convinti che sia importante mobilitarsi, non restare chiusi in casa, partecipare alle iniziative e alle manifestazioni democratiche, perché è fondamentale tenere alta l’attenzione e la vigilanza, affinché forze antidemocratiche non minaccino la nostra Repubblica e le nostre Istituzioni.

Quanto accaduto a Macerata sabato scorso è un fatto di una gravità e violenza inaudita, frutto purtroppo anche di un clima di imbarbarimento culturale, politico e sociale.  Lo Stato e le sue Istituzioni devono finalmente reagire, assumendo i provvedimenti necessari affinché i movimenti neofascisti siano fermati e messi fuorilegge.

Facciamo appello alla Segreteria nazionale dell’ANPI affinché riconsideri la scelta presa e scenda in piazza sabato 10 febbraio a Macerata per riaffermare i valori costituzionali di libertà, accoglienza, solidarietà e civiltà.

Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"
www.anpisezionecomo.net

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Informazioni aggiuntive