Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.anpisezionecomo.net/home/plugins/content/itpsocialbuttons/itpsocialbuttons.php on line 43

Controffensiva culturale e ideale per sconfiggere razzismo e xenofobia

L'Anpi sezione di Como condivide e rilancia con forza l'appello dell'Anpi nazionale e dell'Anpi di Milano contro la manifestazione xenofoba e razzista indetta dalla Lega Nord -e a cui hanno aderito anche movimenti neofascisti come Casapound, Forza Nuova e Militia Como- per domani 18 ottobre a Milano.
Ancora una volta, Milano città medaglia d'oro della Resistenza vedrà sfilare nelle sue piazze -con il tacito assenso delle Istituzioni- forze di estrema destra che propagadano valori e principi in aperto contrasto con la Costituzione e con la convivenza civile e democratica.
Anpi sezione di Como "Perugino Perugini"

"Il Comitato nazionale dell’ANPI, apprendendo che la Lega, con la partecipazione di CasaPound, ha indetto per il 18 ottobre 2014 una manifestazione nazionale a Milano dal titolo “Stop invasione” rileva:

la gravità di questa iniziativa che nega quei princìpi di solidarietà e di eguaglianza che sono alla base del nostro sistema costituzionale;
ne sottolinea il carattere tipicamente razzista e xenofobo, ma anche di negazione dei fondamentali diritti umani;
chiede che le Autorità adottino provvedimenti opportuni e necessari diretti ad evitare che manifestazioni del genere assumano contorni e significati contrari alla Carta costituzionale ed alla legge Mancino;
impegna iscritti, militanti e cittadini alla vigilanza democratica perché nel Paese non si instauri un clima di odio razzista e, nella sostanza, fascista, promuovendo azioni ed iniziative di sensibilizzazione sui valori della Costituzione democratica e antifascista;
invita tutto coloro che credono nei diritti umani a dissociarsi da questo tipo di manifestazione;
invita il Governo ad assumere le misure necessarie – d’intesa con l’Unione europea – per affrontare con umanità e solidarietà un problema di proporzioni ormai gigantesche e tali da non poter essere affrontate con i toni e le modalità di cui si servono la Lega e le singolari alleanze che queste manifestazioni rivelano.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Informazioni aggiuntive